Io come gli atleti con cui ho lavorato e lavoro sappiamo che l’unica fortuna (incontro tra opportunità e competenza) è quella di alzarsi ogni giorno con la voglia, l’ambizione e la determinazione di essere semplicemente migliore del giorno prima

 

È una pratica comune nel Coaching di Alta Performance fare delle valutazioni periodiche sul lavoro fatto, misurare i progressi per capire se sono in linea con il programma, superiori alla media oppure (succede in minima parte anche questo) inferiori a ciò che era stato programmato.

 

Questa abitudine, in realtà è applicata da tutti i professionisti, di qualsiasi settore che hanno la voglia e la determinazione di raggiungere livelli di eccellenza. 

Per esperienza personale posso garantirvi che funziona perché al termine di ogni processo di Coaching io faccio una valutazione personale che prevede l’analisi, in termini di cambiamento di comportamento e risultati concreti ottenuti, dei miei Coachees, l’analisi della mia performance con loro a cui si aggiunge la valutazione che loro stessi danno del mio operato. 

Una valutazione seria porta a miglioramenti costanti e i risultati ottenuti, ad oggi, nel 71% dei casi sono quelli sperati (ma a volte capita che io abbia la sensazione che si potesse fare ancora meglio), il 6% raggiunge risultati che io considero insoddisfacenti mentre il 22% supera le mie previsioni.

 

Certo l’ambizione è che quest’ultimo valore possa ancora aumentare e tu ti starai chiedendo, come ho fatto anche io, che così che funziona così bene da portare il risultato finale ad un livello di eccellenza oltre le più rosee previsioni?

 

Tutti i professionisti che ho seguito in questi anni hanno alcuni tratti in comune che voglio rendere noti perché è sempre positivo ispirarci a modelli di eccellenza.

Il campione che ottiene risultati eccezionali crede decisamente che può raggiungerli fondamentalmente perché conosce le proprie capacità e ha la convinzione di sfruttarle pienamente per superare ogni giorno il proprio limite: come risultato migliora le proprie prestazioni costantemente alzando sempre di più l’asticella e collezionando successi professionali. In poche parole il campione si diverte a sfidare se stesso ad essere ogni giorno migliore del giorno precedente.

Coloro i quali si limitano a sfruttare le proprie capacità per ottenere risultati sperati specchio fedele di ciò che sanno fare, ottengono risultati normali ma non hanno il fuoco dentro, la voglia di stupire e stupirsi tipica del campione.

 

Il campione si allena con concentrazione equilibrando energie mentali e fisiche e lo fa costantemente. 

Non si limita al massimo sforzo in gara, pretende da sé e dagli altri il meglio sempre, tutti i giorni, in ogni allenamento, con disciplina e chiarezza di obiettivi. L’eccellenza diventa un’abitudine. 

Chi si allena bene otterrà buoni risultati, chi si allena al massimo del potenziale otterrà risultati eccezionali.

 

Il campione impara sempre e sa che la sconfitta è un’opportunità, sa che il risultato è un semplice dettaglio, sa sempre quando vince perché ha dato il massimo e quando perde per aver fatto solo parzialmente quello che poteva fare.

 

Il campione vuole capire il lavoro che sta facendo e farà con il proprio Coach e, una volta tracciato il percorso, si fida completamente delle indicazione e esegue con il massimo della disponibilità e determinazione tutti gli esercizi che settimanalmente gli propongo. Nel mio caso specifico, riconosco che il merito dell’atleta per contribuire a creare questa unione è davvero grande.

Una volta che si instaura la fiducia totale non esistono i “se” e i “ma” e questo facilità la creazione di quel fluido magico in cui con l’atleta andiamo insieme, convinti a prenderci “quello che ci spetta”. 

 

Tutte le settimane il Campione esegue gli esercizi che propongo perché capisce che esiste una differenza abissale tra la conoscenza teorica e la conoscenza pratica e ha la totale convinzione che soltanto ripetendo costantemente, movimenti, eseguendo azioni e creando pensieri specifici e poderosi il risultato finale lo porterà a essere un vincente nello sport e nella vita.

 

Il Campione sa qual è il prezzo del successo ed è disposto a pagarlo per rimanere sempre ad altissimo livello. Un buon atleta potrà vincere una competizione, ma fondamentalmente vivrà una carriera “normale” con pochissimi alti e qualche basso.

 

E tu hai davvero voglia di metterti alla prova e superare te stesso giorno dopo giorno per realizzare i tuoi sogni?

®© Diego Trambaioli

Foto: Google Search | Google Search

P.S. Se pensi che questo post possa essere utile ai tuoi conoscenti condividilo pure sui social network utilizzando i pulsanti qui sotto. Lo apprezzerò molto. Grazie.

Mental Coach de Alta Performance
Mental Coach de Alta Performance